weekend a parigi per una coppia gay

Weekend a Parigi per una coppia gay

Weekend a Parigi per una coppia gay o etero?? Poco importa, Parigi è sempre Parigi.

Chi non ha mai sognato di visitarla almeno una volta nella vita??

Noi vi diciamo che è possibile farlo in soli quattro giorni, visitando le principali attrazioni della città dell’amore.

Se cercate offerte per il volo provate su Google Flight  😀

Iniziamo a spiegarvi il nostro weekend a Parigi per una coppia gay e non solo  :mrgreen:

Giorno 1

 Arrivo in aeroporto, il tempo di sistemarsi un attimo in albergo, rinfrescarsi e si parte mano nella mano alla scoperta di questa città.

Dirigiamoci verso Place de la Concorde, da qui percorriamo l’Avenue des Champs-Elysees: questo maestoso viale è una tappa fissa per un tour parigino, tra caffè, ristoranti e bellissimi negozi alla moda.

Proseguendo lungo questa meravigliosa via arriviamo all’Arco di Trionfo, l’Arc du Triomphe come dicono i francesi, in Place de l’Etoile.

Alto 50 metri, potrete raggiungere la sommità grazie ai 284 gradini al suo interno.

Non appena arriverete in alto, tutta la fatica sarà ripagata da una meravigliosa vista, da dove potrete osservare le 12 arterie parigine che si diramano dall’arco insinuandosi nella città.

Il nostro consiglio è di visitarlo verso sera e rimanere sopra finche non viene notte, in modo da poter ammirare anche la magia delle luci parigine.

Non dimenticate alla base dell’arco di ammirare la tomba del Milite Ignoto, in omaggio al milione e trecento mila soldati caduti durante la Prima Guerra Mondiale.

Molto spesso e senza un valido motivo, la scalata dell’Arco di Trionfo non rientra nelle attrazioni di molti tour, limitandosi ad ammirarlo soltanto da sotto.

Noi andiamo contro corrente e vi consigliamo vivamente prenotare i biglietti e di salire.

 

Giorno 2

Colazione in una boulangerie, gustiamoci un croissant appena sfornato e partiamo!

Prendiamo la metro viola, fermata Saint-Michel per raggiungere Nôtre-Dame, che appena usciti dalla stazione vi apparirà in tutto il suo splendore lasciandovi a bocca aperta, perché è davvero stupenda questa cattedrale.

Attraversate Pont Saint-Michel e dirigetevi verso la Ile de la citè, dove appunto c’è Nôtre-Dame, uno dei monumenti più importanti della città.

La sua costruzione inizia nel 1163, era la prima volta che veniva costruita una cattedrale di tale dimensioni in stile gotico (130 metri di lunghezza e 35 di altezza).

Sulla facciata potrete ammirare l’enorme rosone il quale produce un gioco di luci che vi lascerà a bocca aperta.

Se decidete di visitarla, vi consigliamo vivamente di premunirvi di biglietto, vista l’enorme affluenza di visitatori.

Gli orari di accesso per i visitatori sono:

Da lunedì a venerdì: dalle ore 8:00 alle 18:45.
Sabato e domenica: dalle ore 8:00 alle 19:15.

Sono disponibili due tipologie di biglietto:

Poco lontano della basilica di Nôtre-Dame, potete visitare la Saint Chapelle, un piccolo gioiello di architettura gotica.

Costruita in origine per costudire le sacre reliquie, la struttura si divide in due parti:

  • La cappella superiore, alla quale accedeva soltanto il re e pochi autorizzati, dove venivano costudite le reliquie
  • La cappella inferiore che veniva utilizzate dalla servitù del palazzo reale

Gli orari di apertura sono :

  • Durante tutto l’anno: de 9:00 a 13:00 e dalle 14:15 alle 17:00; il sabato e la domenica dalle 9:00 alle 17:00.
  • Dal 1 luglio al 31 agosto: dalle ore 9:30 alle 18:00; martedì dalle ore 9.30 alle 12.45 e dalle ore 14:15 alle 21:30.

Come sempre vi consigliamo di munirvi in anticipo del biglietto per evitare code inutili.

Usciti dirigetevi verso il quartiere Latino, dove vi potrete avventurare in questo quartiere pieno di vicoli gremito di negozi, pub e persone di ogni genere e etnia. Fate un piccolo pit-stop per rifocillarvi al Frog burger, in Rue Saint-Severin, dove fanno degli ottimi panini gourmet.

Proseguiamo la nostra giornata verso il Museo d’Orsay, un ex stazione davanti i giardini della Tuileries, costruita nel 1900 in occasione dell’EXPO di Parigi.

Per molti decenni questa struttura è stata inutilizzata, finche nel 1977 si decise di crearci un museo, e circa nove anni più tardi venne inaugurato il museo d’Orsay, una galleria di arte moderna, dove potrete ammirare creazioni di artisti del calibro di Renoir, Cezanne, Gauguin e Monet.

Gli orari di apertura al pubblico sono :

Da martedì a domenica: dalle ore 9:30 alle 18:00

Il museo è uno dei più famosi e visitati della città e facilmente troverete code interminabili all’ingresso, quindi munitevi di biglietto in anticipo.

 

Questo museo è un capolavoro di architettura di Gae Aulenti, architetto italiano; qui se siete appassionati di arte potrete ammirare opere di impressionisti e post-impressionisti e non solo.

 

Giorno 3

Oggi visita ad altri due luoghi iconici della bella Parigi: Montmartre e il Louvre.

Prendiamo la metro, fermata Pigalle, questo è il quartiere, molto pittoresco.

Una piccola sosta al coloratissimo Moulin Rouge e poi saliamo verso Montmartre.

Possiamo scegliere se farci la salita a piedi oppure usare la funicolare. Arriviamo alla basilica del Sacro Cuore, da dove si abbiamo una bellissima vista sulla città. Girovagate tra i vicoli, davvero unici e magici, fino ad arrivare alla piccola piazzetta piena di artisti.

 

Dopo una piccola sosta, proseguiamo per il Louvre, per una visita pomeridiana. Avendo un tempo molto ristretto, cerchiamo di vedere le opere più importanti, considerando l’immensità del museo dove servirebbero giorni interi per visitarlo.

La Nike di Samotracia, maestosa, la Gioconda, timida e misteriosa, la Venere di Milo e i sontuosi appartamenti di Napoleone, c’è l’imbarazzo della scelta.

Ex residenza reale, questo maestoso castello, è diventato uno dei museo più famosi al mondo, con le sue 300.000 opere esposte.

Orari di apertura:

Lunedì, giovedì, sabato e domenica: dalle ore 9:00 alle 18:00.
Mercoledì e venerdì: dalle ore 9:00 alle 21:45.
Martedì chiuso.

Il Louvre è sicuramente il museo di Parigi più visitato e frequenti sono le giornate con moltissima coda, quindi vi consigliamo di anticiparvi acquistando direttamene il biglietto on line.

 

 

Giorno 4

Prima della partenza, come poter non andare a vedere il simbolo per eccellenza di Parigi e della Francia, uno dei monumenti più copiati del mondo: La torre Eiffel.

Maestria di ingegneria e architettura d’acciaio, questa svetta nel centro città come un faro.

Dichiarato ” Monumento più visitato al mondo ” con oltre 7 milioni di visitatori l’anno, potrete godere di una vista unica sulla città dalla sua sommità.

Ci sono due modi per salire, il primo in ascensore e il secondo a piedi (solo per i più audaci visto che dovrete percorrere 1665 gradini).

Gli orari di apertura sono :

Dal 7 luglio all’1 settembre: dalle ore 9.00h alle 00:45.
Nel resto dell’anno: dalle ore 9.30 alle 23.45.
Nei fine settimana, nella Settimana Santa e nelle vacanze di Primavera: dall’apertura alle ore 24:00.

Vi consigliamo vivamente l’acquisto del biglietto per evitare vere e proprie code chilometriche.

 

Parigi è sicuramene una delle mete più gay friendly per un viaggio in coppia o con amici, potrete soggiornare nel famoso e affollato quartiere gay  ” Le Marais ”  e magari prendere un cocktail in uno dei tanti locali in zona.

Date un’occhiata alla mappa qua sotto per scoprire le migliori offerte per il tuo hotel con Booking  😀  😉



Booking.com

 

 

 

Get Your Guide

Giovanni di Ippo e Dixon

Leave a reply