Harajuku Tokyo

Harajuku Tokyo: Cosa vedere in un giorno

Harajuku

Questo quartiere di Tokyo è dove vengono lanciate le mode, ma non dalle riviste, ma bensì dalle commesse e dai parrucchieri. Infatti qui regna l’anticonformismo e molti fotografi vengono a scovare le possibile tendenze che andranno di moda.

Qui si possono fare e vedere diverse cose, se poi come noi l’amate, ci potete tornare quante volte volete!

Harajuku Tokyo: cosa vedere

Meiji-jingu (Tempio shintoista)

Questo santuario scintoista vi consigliamo di visitarlo alla mattina, prima che si riempia di turisti e fedeli. Questo tempio è dedicato all’imperatore Meiji e a sua moglie Shoken. Fu costruito nel 1920, ma le seconda guerra mondiale l’ha distrutto, è stato ricostruito alla fine degli anni 50, ma la ricostruzione appare originale. Per raggiungerlo dovrete fare una piccola passeggiata all’interno del grande parco che lo accoglie.

Durante la camminata incontrerete botti di sakè decorate e alti torii, che indicano l’inizio della zona sacra. Dalle 8 alle 14 ogni ora potrete sentire un monaco far risuonare grande gong.

Come in tutti i templi scintoisti troverete all’ingresso, la fonte per effettuare il rito della purificazione, fatelo anche se siete turisti. Qui potrete visitare anche il giardino interno, il Meiji-jingu-gyoen.






Takeshita-dori (Strada)

Preparatevi alla folla, questa stretta strada è presa d’assalto sia dai turisti che dai giapponesi, è piena zeppa di negozi di vestiti a gadget, ma anche cose strane da mangiare. Non perdetevi la possibilità di mangiare uno zucchero filato enorme e tutto colorato e il momento selfie è servito!

Museo Nezu (Museo)

Questo museo progettato dall’architetto Kuma Kengo è un mix di moderno e antico di diverse culture come quella giapponese, cinese e coreana.

Museo d’arte Ota di Ukio-e (Museo)

In questo museo (davvero piccolo e tranquillo) potrete ammirare le xilografie (disegni intagliati su tavole di legno). Se vi piace il genere, fateci un salto, non vi porterà via molto tempo.

Yoyogi-Koen (Parco)

Questo è considerato il polmone verde di questo quartiere, infatti d’estate viene preso “d’assalto” dai giapponesi (e anche dai turisti) per godere dell’ombra che i molti alberi regalano.






Omotesando (Strada)

Questa strada venne realizzata per collegare il tempio Meiji-jingu, infatti noterete la “maestosita”. In realtà qui troverete molti negozi di firme all’interno di edifici progettati da architetti contemporanei. Qui potrete andare a fare una pausa pranzo al ristorante vegetariano Brow Rice, buono e davvero instagrammabile!

Museo Watari (Museo)

Questo museo d’arte contemporanea è stato progettato da Mario Botta, in Italia abbiamo diversi esempio della sua architettura. Qui trovate mostre contoverse e d’impatto. Potrete trovare anche opere di Yayoi Kusama, l’artista dei pois (che amo!).

Ura-Hara (Zona)

Questa zona si trova dietro (o in parallelo) a Omotesando, è una serie di viuzze, con negozi particolari, troverete vestiario, scarpe (anche marche famose, ma in edizione limitata) e molto altro che sapranno stupire i vostri amici al vostro rientro

Tokyo Plaza (Centro commerciale)

Visitate questo centro commerciale per vedere la struttura, rimarrete incantati dall’ingresso, con le scale mobili collocate in un “tunnel” fatto da mille specchi. Ai piani superiori, oltre allo shopping, c’è una terrazza davvero bella e rilassante.

Questo quartiere è tra i nostri preferiti, se non il preferito, probabilmente eravamo euforici per via delle 5000 calori prese mangiando lo zucchero filato, ma che importa, ci torneremo subito!


Cerchi un hotel a Tokyo?

Prova a controllare sulla pagina di Booking oppure su Google Hotel


Potresti essere interessato anche:

10 cose da fare in Giappone + 1

Giappone cosa vedere in 10 giorni

Organizzare un viaggio di coppia in Giappone fai da te

Quartieri Tokyo: la migliore guida ai quartieri della città

Guida ai ristoranti vegetariani e vegani di Tokyo (TripAdvisor)

Giovanni di Ippo e Dixon

Leave a reply