Patrimonio UNESCO: Città e siti del Sud Italia

L’Italia ha 55 siti del patrimonio mondiale dell’UNESCO con 9 nell’Italia meridionale. Molti di questi siti sono centri storici di città medievali e rinascimentali. I siti e le città sono elencati nell’ordine in cui sono stati iscritti come siti del patrimonio mondiale, a partire dai Sassi di Matera nel 1993

Se vuoi sapere quali sono i siti patrimonio UNESCO continua a leggere, e facci sapere nei commenti cosa ne pensi!

I Sassi e il Parco delle Chiese Rupestri di Matera, Basilicata

Patrimonio Unesco dal 1993. Matera è una città insolita nell’entroterra della Basilicata conosciuta per i sassi, un enorme insediamento troglodita. Le case delle caverne, scavate nel tufo, furono abitate dal Paleolitico fino agli anni ’50. Oggi le case delle caverne sono state rinnovate e puoi persino soggiornare in un hotel Sasso . Ci sono anche affascinanti chiese rupestri scavate nella roccia.

Centro storico di Napoli, Campania

Patrimonio Unesco dal 1995. Il centro storico di Napoli è pieno di interessanti stradine, chiese e monumenti eccezionali. Castel dell’Ovo, il castello più antico di Napoli, si trova in una splendida posizione sul promontorio. Il quartiere Spaccanapoli è una serie di strade strette e tortuose che è principalmente una zona pedonale nel centro storico. Ci sono molti negozi piccoli e interessanti. Via San Gregorio Armeno, una delle vie del centro, è nota per le sue botteghe artigiane che realizzano presepi.

Castel del Monte, Puglia

Patrimonio Unesco dal 1996. Castel del Monte è un castello del XIII secolo unico, costruito dall’imperatore Federico II come difesa militare. Il castello ha una forma ottagonale e utilizza un’interessante miscela di antichità classiche, stili islamici ed gotici europei. È vicino a Bari, in Puglia. Il Castel del Monte è raffigurato sulla moneta da 1 centesimo.

Trulli di Alberobello, Puglia

Patrimonio Unesco dal 1996. I trulli sono strutture architettoniche uniche con tetti conici realizzati con lastre di pietra calcarea. I trulli punteggiano il paesaggio della Valle d’Itria in Puglia, ci sono più di 1500 trulli nella sola città di Alberobello. Molti trulli sono ancora abitati, ma alcuni sono stati convertiti in ristoranti, negozi e hotel o case vacanza.

Aree archeologiche di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata, Campania

Patrimonio Unesco dal 1997. Pompei è uno dei siti archeologici più conosciuti d’Italia. Sia Pompei che Ercolano erano città inghiottite dall’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. e molto fu conservato sotto il flusso di lava. Entrambi i luoghi possono essere facilmente visitati come gite di un giorno da Napoli. In questo sito sono inclusi anche i dipinti murali di Villa Oplontis a Torre Annunziata.

Il Palazzo reale del XVIII secolo di Caserta con il Parco, l’acquedotto di Vanvitelli e il complesso di San Leucio, Campania

Patrimonio Unesco dal 1997. Il sito UNESCO comprende la Reggia del XVIII secolo a Caserta con il Parco, l’Acquedotto di Vanvitelli e il Complesso di San Leucio. La Reggia di Caserta, Reggia di Caserta, è uno stravagante palazzo borbonico del 18 ° secolo modellato su Versailles, vicino a Parigi. Caserta è a nord-est di Napoli, nella regione Campania.

Costiera Amalfitana, Campania

Patrimonio Unesco dal 1997. La pittoresca Costiera Amalfitana è uno dei tratti di costa più belli d’Italia. I pittoreschi villaggi medievali che punteggiano la costa ospitano importanti opere architettoniche e artistiche. Nel suo periodo di massimo splendore nel Medioevo, la città di Amalfi era una delle quattro principali repubbliche marittime. L’area del sito Unesco comprende dodici comuni, tra cui Amalfi, Positano, Minori e Vietri.

 

Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, con i siti archeologici di Paestum, Velia e la Certosa di Padula, Campania

Patrimonio Unesco dal 1998. La zona del Cilento a sud di Napoli è stata importante sin dalla preistoria. I templi greci di Paestum sono ben conservati e Velia è anche un importante sito classico. Il Parco Nazionale del Cilento e Valle di Diano è il secondo parco nazionale più grande d’Italia, che si estende dalla costa ai piedi dell’Appennino. Si trova nella parte meridionale della Campania e nella Basilicata occidentale. Inoltre nella zona si trova la Certosa di Padula.

 


 

Giovanni di Ippo e Dixon

Leave a reply