Sign in / Join

Un viaggio nella fiabesca Bruges

Un viaggio nella città sospesa nel tempo

Siamo ormai così bombardati di immagini da TV e internet che spesso ci chiediamo:

MA ESISTERÀ’ VERAMENTE?

Negli ultimi tempi avevamo notato che giravano online alcune immagini di una piccola cittadina del Belgio il cui nome era Bruges, il gioiellino patrimonio dell’umanità UNESCO.

L’immagini di cui parliamo erano queste:

 

Quindi richiamati dalla curiosità abbiamo deciso di partire per la capitale delle Fiandre, Bruges, Belgio.

Organizzare il viaggio

Siamo partiti dall’aeroporto di Pisa, dove con uno volo Ryanair , in poco più di un’ora arriverete all’aeroporto di Charleroi Bruxelles sud.

Da qua avrete avrete due possibilità per raggiungere Bruges : treno oppure autobus.

Personalmente vi consigliamo l’autobus, perché meno costoso e meno complicato.

Infatti potrete prenotare il vostro biglietto per il pullman on line sul sito della compagnia Flibco .

Come potrete vedere ci sono moltissimi pullman durante il giorno e anche durante la notte.

Il costo è di circa 17 euro a persona a tratta, gli autobus sono molto puliti e estremamente puntuali.

 

Altra alternativa è utilizzare il treno, a nostro avviso molto più laborioso.

Dovrai raggiungere con taxi la stazione di Charleroi sud, dopodiché potrai fare il biglietto per Bruges al costo di circa 21 €.

Importante : il treno non è diretto, ma dovrai cambiare a Bruxelles Midi.

Un viaggio alla scoperta della città sospesa nel tempo

Bruges, una delle città più romantiche e pittoresche che abbiamo visitato, non potrete non rimanerne affascinati appena arriverete.

Pulizia, precisione, calma sono gli attributi che le daremmo.

Al vostro arrivo noterete subito questa atmosfera “d’altri tempi”, piccole casette impeccabili si susseguono lungo un percorso intrecciato di canali .

Tutto sembra far parte di un set cinematografico, piccoli vialetti acciottolati, casette che sembrano uscite da una fiaba Disney per concludere con la miriade di cigni che nuotano liberi.

Il centro città può essere visitato a piedi, infatti tutta l’area è interdetta al traffico, ma se volete ammirarla da una prospettiva “diversa” potrete fare un tour in barca sui canali.

Le cose da fare durante il vostro viaggio a Bruges:

  • Farvi qualche foto e ammirare quello che una volta era il centro commerciale della città, Il Markt, dove potrete ammirare le caratteristiche case dalle guglie appuntite.
  • Visita il Beghinaggio : Fondato dalla Contessa delle Fiandre, questo complesso di edifici oggi ospitano un convento, ma in origine era nato per ospitare le Beghine di Bruges. Chi erano le Beghine??  Erano membri di associazioni religiose indipendenti dalla Chiesa Cattolica ( non avevano preso i voti ) con l’obiettivo di una rinascita spirituale tramite una vita monastica.
  • Salire sulla torre civica campanaria, da dove godrete di una vista mozzafiato sulla città.  Con i suoi 366 gradini, il Belfort è la torre più alta della città e custodisce le campane che da più di sette secoli rintoccano ogni 15 minuti.  Godersi il panorama costa circa 12 euro ma a nostro parere sono ben spesi.
  • Il birrificio De Halve Maan, uno dei più antichi, gli inventori del primo “birrodotto” al mondo che porta la birra dagli  stabilimenti di produzione al negozio attraverso un tunnel sotterraneo.
  • Il museo della patatina fritta : dovete sapere che le patatine belghe sono famose in tutto il mondo per il loro  gusto, tanto da farne uno dei piatti tipici nazionali. Il loro segreto?? sono fritte due volte! E se come diciamo noi, fritto è buona anche una ciabatta, figuriamoci fritto due volte!
  • Il Burg è una delle piazze principali dei Bruges, con il suo bellissimo municipio in stile gotico e accanto l’ex Registro Civile in stile rinascimentale che ospita il Museo Storico della ‘Brugse VrijÈ.
  • La Basilica del Santo Sangue di Bruges dove potrete vedere un’antica reliquia. Infatti qua è custodito,  un frammento del tessuto utilizzato da Giuseppe d’Arimatea per asciugare il sangue di Cristo dopo la crocifissione. L’ingresso costa € 2,5
  • Per concludere, per più golosi, una tappa fondamentale è il museo del cioccolato,  un percorso a ritroso nel tempo della storia di questa prelibatezza dalle origini fino ai giorni nostri. Il cioccolato è forse la specialità principale di Bruges, infatti sarete colpiti fin da subito dalla quantità di negozi di cioccolato che sono presenti in una cosi piccola cittadina, un piacere per gli occhi e per il palato… un po meno per il portafoglio.
  • Per ultimo, ma non per importanza, vogliamo consigliarvi di utilizzare un’ora del vostro tempo e recarvi nel quartiere di Sant’Anna, dove all’interno di un grande parco pubblico, che costeggia il canale, vedrete svettare i caratteristici mulini a vento.

Come dicevamo tutto qua sembra essersi fermato, il tempo non sembra scorrere, lasciando questa cittadina sospesa in un’epoca a noi lontana, in cui commercianti a cavallo, dame in carrozza riempivano queste piccole stradine acciottolate tra canzoni popolari e boccali di birra.

 

Per il vostro viaggio a Bruges vi suggeriamo:

Leave a reply