cosa vedere a budapest in 3 giorni

Cosa vedere a Budapest in 3 giorni

Cosa vedere a Budapest in 3 giorni?

Dove si trova Budapest?

Dove dormire a Budapest?

Come muoversi a Budapest?

Come arrivare a Budapest?

Cosa visitare a Budapest?

State organizzando un viaggio nella capitale ungherese e queste sono le vostre domande?

Qui arriviamo noi in vostro aiuto con il nostro blog gay (e per i non gay) con un  imperdibile e fighissimo tour della capitale ungherese con tutte le cose da sapere prima di partire per questa bellissima città.



Booking.com


Ormai siamo abituati a sentir parlare di quanto sia bella Parigi, di quanto sia avanti Londra, di quanto sia gay Friendly Madrid sottovalutando però altre città.

Abbiamo sempre sentito parlare di Budapest e di quanto fosse bella, ma il nostro non è stato mai un vero e proprio interesse.

Un giorno ci siamo detti: e se fosse veramente come viene descritta?

Abbiamo preso un volo e siamo andati a verificare.

Sapete cosa ragazzi… Non è bella, è super bella!

Probabilmente una delle città più belle che abbiamo mai visto.

Certo l’Ungheria non è famosa per essere gay friendly, ma alla fine noi siamo italiani, quindi non siamo nella posizione di proferire parola in tal senso.

Ci siamo trovati in una città pulitissima, bellissima, tenuta in modo impeccabile, musei e monumenti che non hanno niente da invidiare ad altre capitali ben più famose e sopratutto un popolo molto gentile e accogliente.

Prima di spiegarvi il nostro itinerario vi raccomandiamo di munirvi della Budapest Card!

Si perchè ti fornisce servizi gratuiti indispensabili per il soggiorno, tipo mezzi di trasporto gratis (anche da / per l’aeroporto), molti musei gratis, moltissime riduzioni fino al 50 % e molto ancora. Insomma fate come volete, noi ve lo abbiamo detto!  😀  😀

 

Giorno 1

Ponte delle catene

È il ponte più antico della città e venne costruito per unire le due città in origine indipendenti, Buda e Pest.

Distrutto durante la seconda guerra mondiale dai tedeschi, venne ricostruito nel 1989 diventando simbolo di libertà della nazione.

La sua maestosità è degna di nota ed è particolarmente suggestivo durante lae ore notturne grazie alla sua illuminazione.

Durante il nostro soggiorno presso l’ Hotel Clark Budapest, avevamo una vista privilegiata sul ponte a tal punto da far sembrare la nostra finestra un vero e proprio dipinto.

Basilica di Santo Stefano

Situato nel centro storico di Pest, è il terzo edificio religioso più grande della nazione.

La struttura interna ha una pianta a croce greca, ed è caratterizzata dall’uso di materiali pregiati quali marmi e opere d’arte, ori e mosaici.

È possibile visitare la cupola salendo gli oltre 300 gradini oppure in ascensore.

La sinagoga

Denominata gran sinagoga, è la più grande d’Europa.

All’interno potrete ascoltare la storia degli ebrei vissuti durante la seconda guerra mondiale narrata da diverse guide in varie lingue tra cui anche l’italiano.

Mercato Centrale

Al temine della via dello shopping di Pest trovate il Mercato centrale, il può grande e antico mercato al coperto della città.

Il mercato è stato riaperto solo nel 1990 perché sottoposto a varie riparazioni in seguito alla guerra mondiale.

Al piano terra trovate solo bancarelle alimentari di ogni genere, mentre al piano superiore trovate negozi di souvenir e ristoranti.

Ponte della libertà

Inaugurato nel 1896 è costituito da una struttura in ferro a tre campate.

Alle due estremità troviamo i due uccelli della mitologia ungherese, i Turul.

Chiesa nella Roccia

Questa chiesa è situata all’interno della collina Gallert.

Merita sicuramente una visita visto la sua originalità

Collina con Belvedere

Proseguendo la camminata sulla collina Gallert, raggiungerete uno dei punti più panoramici della città.

 

Giorno 2

Non lontano dal nostro hotel, il Baltazar Boutique Hotel troviamo:

Torre Maria Maddalena

Non lontano dal castello, nell’antica città, riposano le rovine della chiesa di Maria Maddalena.

Infatti dopo la guerra venne demolita quasi tutto tranne la torre che oggi è visitabile.

Chiesa di Mattia

Uno dei luoghi imperdibili è sicuramente questa chiesa.

Arrivati al suo interno rimarrete a bocca aperta dagli ornamenti, affreschi e ori.

Inoltre è presente una ricca collezione di reliquie sacre e oggetti che testimoniano le moltissime incoronazione avvenute al suo interno.

Vi consigliamo di farvi un giro anche di sera, perché osservarla illuminata è uno spettacolo bellissimo.

Bastione dei Pescatori

Accanto alla chiesa di Mattia troviamo, in tutto il suo bianco splendente, il Bastione dei Pescatori.

Dalla sua terrazza potrete osservare l’isola Margherita, Pest e la collina Gellert.

Anche questo vi consigliamo di visitarlo anche la sera per godere della bellissima illuminazione.

Labirinto di Buda

Formato dall’azione dell’acqua, il labirinto si compone di caverne, fonti e stanze.

Conosciuto fin dalla preistoria, è stato usato nel corso dei secoli per varie funzioni come bottega, prigione, stanza del tesoro e considerando le pitture rupestri, probabilmente come rifugio nella preistoria.

Ospedale Bunker Buda

All’interno della collina, sotto il castello potrete visitare questo luogo davvero unico.

Considerato luogo top secret per molti anni, per il suo ruolo strategico militare, questo vecchio ospedale trasformato poi in rifugio antiaereo e in rifugio anti atomico.

Durante il tour vedrete la vecchia cucina, la posta, la sala operatoria, i dormitori e molto altro.

Una storia veramente triste lo accompagnerà per sempre.

Giorno 3

Castello di Budapest

Raggiungibile in pullman oppure con la funicolare che potrete prendere all’estremità del Ponte della Catene.

L’opera più imponente della città, situata sulla collina di Buda.

In origine nato come fortezza militare, vede il suo ampliamento e sviluppo durante il regno di Mattia Corvino.

Oggi è sede di musei ed è Patrimonio dell’Unesco.

Terme

Budapest è famosa in tutto il mondo per le sue acque termali e i suoi numerosi stabilimenti, infatti si contano 118 sorgenti di acqua termale.

Quindi impensabile di fare un viaggio in questa città e non provare almeno uno dei tanti bagni termali presenti:

Bagni Gellért

Bagni Szécheny

Terme di Lukacs

Dandár Thermal Bath

Bagni Rudas


Già in antichità questa zona era conosciuta per le miracolose proprietà delle sua acqua, dai Celtici ai Romani.

Furono proprio i Romani a costruire il primo bagno termale della città.

Parco Varosliget

E’ il luogo preferito dai residenti.

Al suo interno, oltre alle aree verdi potrete osservare un piccolo zoo, il castello di Vajdahunyad, i bagni termali Széchenyi, un lago e l’inquietante statua dell’Anonimo.

 

Piazza degli eroi

Arrivate in fondo a viale Andrassy e vi troverete in questa enorme piazza sulla quale affacciano Museo delle Belle Arti e il Palazzo delle Esposizioni.

Andrassy Utca

Considerato uno dei 10 viali più belli al Mondo, questo rettilineo ricorda i famosi viali parigini Champs Elysees.

Infatti anche qua troverete ristoranti, negozi e famose boutique.

Zimpla kert

Se vi aspettate un locale come gli altri vi sbagliate di grosso.

Questo è il Ruin pub più famoso di Budapest.

In città c’è ne sono circa una ventina e ognuno è unico.

Oggetti appesi da ogni parte, vecchie lampade, vecchie bici, vecchie poltrone e divani, tutto il linea con la filosofia del locale.

Sapete cosa sono i Ruin Pub?

Nascono dall’idea di alcuni giovani di riutilizzare spazi abbandonati arredandoli con oggetti vecchi e di scarto.

Col tempo questi luoghi sono diventati veri e propri luoghi d’incontro.

Da qui è nata una moda che pian piano ha preso sempre più campo diventato un segno distintivo della città.

Il Parlamento Ungherese

Sulle rive del Danubio questo magnifico palazzo domina le due città un tempo divise.

Ispirato all’architettura del parlamento inglese, ospita affreschi, sculture e dipinti.

All’interno è presente la Sala della Cupola che ospita la Corona di re Santo Stefano, lo Scettro, il Globo Crucigero e la Spada che insieme compongono le insegne regali.

E’ uno dei luoghi più visitati al mondo, quindi vi consigliamo di leggere il nostro articolo in modo da non rischiare di non trovare i biglietti!

Scarpe sulla riva del Danubio

Non lontano dal parlamento sulla riva del Danubio troverete tante paia di scarpe da uomo donna o bambino.

Questo è il memoriale agli ebrei ungheresi uccisi sulle rive del fiume tra il 1944 e 1945.

Si conclude qua il nostro tour della capitale ungherese “cosa vedere a budapest in 3 giorni”,  una città spesso sottovalutata ingiustamente ricca di storia e cultura, una città moderna e all’avanguardia, una città che sicuramente torneremo a visitare.

 

Vi potrebbe interessare anche:

Cosa vedere a Torino in 3 giorni

Cosa vedere a Madrid in 3 giorni

Cosa vedere a Parigi in 3 giorni

Come trovare voli Low Cost

 

Leave a reply