3 giorni a stoccolma

3 giorni a Stoccolma: cosa fare e cosa sapere assolutamente

I nostri 3 giorni a Stoccolma, la fredda e magica capitale svedese.

Era da tempo che il Nord Europa ci chiamava, ma tra una cosa e l’altra si era costretti a rimandare questo incontro. Che significa “ci chiamava”? Non so se riesco a spiegarlo a parole, ma un tentativo lo faccio: chiaramente non stavamo piantati davanti al cellulare sperando da un minuto all’altro di vedere lo schermo illuminarsi con:

“Chiamata in arrivo: Nord Europa”

siamo pazzi, ma non a questi livelli; comunque tornando seri, dentro di noi si era acceso una voglia di visitare quei paesi freddi, dove nevica, dove il freddo pungente appena esci dall’albergo ti pervade, dove ti piace qualsiasi cibo e bevanda che superi i 18 gradi di temperatura, non che in Italia non ci sia il freddo, però come si dice: l’erba del vicino è sempre più verde e in questo caso molto più fresca!

 Svezia: un paese bipolare

Le terre del nord sono bipolari, si, perché hanno due personalità, quella invernale, fredda, affascinante, pungente e coccolosa e quella estiva, solare, colorata, vivace. Sono paesi che secondo noi vanno visitati almeno due volte, per conoscerli al meglio.

Vlog “Visitare Stoccolma in 3 giorni

Giorno 1 a Stoccolma

Qui puoi vedere le nostre avventure durante il primo giorno a Stoccolma

Giorno 2 a Stoccolma

Qui puoi vedere le nostre avventure durante il nostro secondo giorno a Stoccolma

Giorno 3 a Stoccolma

Qui puoi vedere le nostre avventure durante il nostro terzo giorno a Stoccolma

Stoccolma, la capitale svedese

Di questa città per adesso abbiamo conosciuto solo la personalità invernale. Siamo partiti alla scoperta di questa perla a fine novembre 2016, grazie ad un’offerta scovata sul web, 150 euro, volo e quattro notti in albergo (scrivici se ti serve aiuto o per avere una mano nel cercare offerte del genere). Stoccolma al nostro arrivo era già pronta al periodo natalizio, siamo arrivati di notte, stanchi dal viaggio e dalle ore di ritardo del volo, ma l’impatto è stato spettacolare.

Ad accoglierci centinaia di stelle di carta illuminate, appese ad ogni singola finestra di ogni singolo palazzo, uno scenario davvero suggestivo, sembrava di essere in un presepe. La conformazione di Stoccolma è particolare, è composta da diverse isole, divise dal freddo mar Baltico e collegate fra loro, questo fa si che si creino un sacco di scorci intervallati tra terra e acqua.

Il fulcro della città è Gamla stan, il centro storico, poi a nord abbiamo Norrmalm la zona commerciale, a nord-est Ostermalm la zona residenziale e signorile, Djurgarden a est è la zona culturale e Sodermalm a sud, la zona degli artisti.

Ovunque si vada, si respira un’aria di tranquillità, nonostante quando siamo andati ci fossero vari cantieri sparsi per la città, tutto sembrava funzionare alla grande, niente caos niente clacson, ma soltanto pace!

 Come muoversi a Stoccolma

Stoccolma offre, come in tutte le grandi città, i vari modi di spostarsi; dalla metro ai taxi passando per i bus, i tram o come preferiamo noi a piedi quando possibile. Sicuramente il passeggio a piedi ti permette di vivere l’ambiente circostante, vedere, magari perdendosi, posti che gli altri mezzi non ti permettono di fare, però a Dicembre essendo freddo, l’uso della metro è consigliato. Inoltre questa capitale ha una delle metro più particolari del mondo, la Tunnelbana, così chiamata. Chiaramente non tutte le stazioni, ma in diverse si trovano vere e proprie opere d’arte, infatti grazie ai suoi 100 km di tratte questa viene definita la galleria d’arte più lunga del globo.

Una delle stazioni più eclettiche è quella della T-Centralen dove nel piano basso veniamo catapultati letteralmente in una caverna blu. Questo fa si che anche prendere la metro diventa divertente.

Ogni volta la curiosità di scoprire cosa ti attende rende questa banale operazione un’esperienza nuova. I prezzi non sono proprio economici, ci sono vari abbonamenti, spesso conviene fare quelli. Se si decide di comprare i biglietti via via che si utilizza la metro fate attenzione a scegliere il biglietto giusto, altrimenti finite come noi. L’ultimo giorno ci è stato detto che stavamo viaggiando con i biglietti per bambini! La metro in settimana è aperta dalle 5 fino alle 00.30, mentre il venerdì e il sabato è aperta 24 h, durante la notte con treni ogni 30 minuti circa. Sul sito della metro di Stoccolma si possono facilmente calcolare prezzi e tratte. Se vuoi dare un’occhiata basta cliccare qui

La moneta

Una delle cosa che dovete sapere per il vostro viaggio a Stoccolma qual’è la moneta utilizzata.

A Stoccolma non c’è l’euro, ma abbiamo la Corona Svedese, che si chiama Sek.

1 Euro = 9.60 Sek

Noi per comodità e calcolare velocemente i prezzi, si arrotondava un euro a 10 sek; così  un souvenir di 50 sek sapevamo subito che all’incirca costava 5 euro.

Come arrivare in città

Noi viaggiando con Ryanair siamo atterrati nell’aeroporto di Skavsta che dista, come succede spesso se non sempre, a circa 1 ora dalla città. In questo caso si deve fare un viaggio di un’ora e venti minuti. Noi abbiamo comprato i biglietti online su sito Flygbussarna, che trovate qui

Il prezzo è di 278 sek a testa per il trasferimento andata e ritorno dall’aeroporto. Gli orari si possono vedere direttamente sul sito, ma non ci sono problemi, anche in caso di ritardo, il pullman vi attende. Per maggiori dettagli vedere il sito.



Booking.com

 

Ippo e Dixon blog gay e non solo, ti consigliano anche :

Locali gay a Stoccolma: i 4 locali imperdibili

Google flight: 5 consigli per trovare offerte low cost

Come funziona Google Flight? Ecco una piccola guida

 

Leave a reply